Michele Vietri e il teatro

Guappi

Guappi(2005)
(‘a panza toia è fodera ‘e curtiello!)

Studio antropologico-teatrale sul personaggio del guappo.
Figure mitologiche dell’universo napoletano, il guappo e la guapparia (o modus vivendi del soggetto analizzato) hanno prodotto una serie di tipologie e caricature che hanno trovato forma nel teatro, nel cabaret e nella canzone d’avanspettacolo.
Partendo da ‘O Malamente di Viviani e dalla Canzone del Guappo di Petrolini fino alla sua personale scrittura di Lezioni di Mazzate, Michele Vietri mette in scena una carrellata irresistibile di ‘guappi’: un mirabile zibaldone sui modi e i caratteri del camorrista tipico dando vita ad uno spettacolo ferocemente satirico e assolutamente divertente.

« Torna