Il Combo Farango

 

Il Combo Farango - Non lo faccio più

... a racially mixed music for refined palates and low instincts... nearly brasileiro jazz (Brazilian jazz), nearly tanghero “son”, reggae and funk-ability

voice Michele Vietri
piano Giulio Oliverio
guitar 8 chords Marco Leveratto
contrabbasso Milko Merloni
batteria e percussioni Max D’Adda

voice Michele Vietri
piano Giulio Oliverio
double-bass Milko Merloni
drums and percussions Filippo Mignatti

The Combo Farango was born in 2000 with a plan of racially mixed songs by intermingling various culturesin order to unwrap and exchange as many musical witnesses and experiences as possible within the chosen genres.

In July 2002 the band was awarded the Amnesty International prize. 8th December 2002 was the time for European Total Rhythms prize. Some songs of the Combo are already present in many compilations of Italian independent music. In the autumn of 2004, the Combo’s first cd, entitled “I do not make it any more” was issued by Note History.. The newspaper of Naples “il Mattino” inserted the Combo Farango in the New Encyclopedia of Neapolitan Song (2006) for their unconventional use of the Neapolitan in contemporary sounds.

The repertory of the band is the result of the fruitful efforts of, above all, Michele Vietri and Giulio Oliverio, co-authors of the music. Michele Vietri is the author of the lyrics, too. The unique mix and blending in their songs of humour, irony and nostalgia with jazz, funky, bossanova and reggae, creates an eccentric eclecticism that is very impressive and “leaves a sign” in the audience.
It emerges however much personality in the approach with the various kinds and every composition immediately connotes for the oneness and the creative originality.
In the racially mixed songs of the Combo a world flows with Mediterranean passion and madness with all its linguistici echoes, the Italian or the Neapolitan to times is contaminated from the French and the Spanish, a universe crossed by desires of life and lost loves, narrated with a provocative observation of the society.
The live performances are strongly loaded move and able to make show: a small cult.

Il Combo Farango nasce nel 2000 con un progetto di canzone meticcia, una forma che attraversa culture molto diverse, diventando disinvolto e originale scambio trasversale di musiche e testi. Nel luglio del 2002 ha vinto il premio Amnesty International. L'8 Dicembre 2002 vince anche il premio Ritmi Globali Europei. Alcuni brani del Combo sono già presenti in molte compilation di musica indipendente italiana. Nell’autunno del 2004 è uscito per Storie di Note il primo disco del Combo dal titolo Non lo faccio più. Il Mattino di Napoli dedicherà al Combo Farango un capitolo della Nuova Enciclopedia della Canzone Napoletana (in 6 volumi) per l’uso del napoletano su sonorità più contemporanee.

Il repertorio della band è frutto del lavoro soprattutto di Michele Vietri e Giulio Oliverio, autori delle musiche e, per quanto riguarda il primo, anche dei testi. A cui si aggiungono i contributi fondamentali del formidabile contrabbassista Milko Merloni e dell'insostituibile batterista Max D'Adda. Dal dicembre del 2003 il Combo Farango si arricchisce della presenza eccellente del chitarrista Domenico Caliri, già elemento importante degli Electric five di Enrico Rava.

Giocando sui confini, generi e umori, ironia e nostalgia si mescolano al jazz e al son, al funky, alla bossanova e al reggae, in un eccentrico eclettismo che lascia il segno. Emerge comunque molta personalità nell’approccio con i diversi generi ed ogni composizione si connota immediatamente per l’unicità e l’originalità creativa.

Nelle canzoni meticcie del Combo si riversa poi un mondo passionale fatto di follia mediterranea con tutti i suoi echi linguistici, l’italiano o il napoletano a volte è contaminato dal francese e dallo spagnolo, un universo attraversato da desideri di vita e da amori perduti, narrato con un'osservazione provocatoria della società.

Le performance dal vivo dei musicisti più faranghi del mondo si contraddistinguono per una forte carica emozionale e capacità di creare spettacolo: un piccolo culto.

 

L'album: "Non lo faccio più"

 

Info: ilcombofarango@tiscali.it